Triangolare Alessandria - 18 Feb 2017 - di Fabrizio G.
Scritto da Marco Roveda il 19 febbraio 2017 16:41:19
Torneo triangolare di Alessandria




Primo appuntamento dell'anno per i Milo'ld che rispondono numerosi all'appello. Ben 21 partecipanti con 4 esordienti e due indisponibili. Lorenzo Sada e Francesco Piergrossi, infatti, non hanno potuto giocare, ma non hanno fatto mancare il loro prezioso appoggio organizzando una tifoseria sparuta ma efficace.
Segnaliamo i graditi rientri di Michele Chiaramondia e di Daniele Spada, momentaneamente distratti da impegni professionali, e di Marco Pasquarelli, momentaneamente distratto da impegni riproduttivi.
Il campo di Alessandria si presenta privo d'erba e con una soffice consistenza fangosa, quindi in perfette condizioni rugbistiche. Anche gli spogliatoi erano consoni, con effluvi degni della migliore tradizione pavese, ma con un più marcato accento bohémien.
Il compito di stilare la formazione è stato affidato a Daniele Fulgenzi, reduce da una degenza ospedaliera nella quale gli è stato prescritto di perdere peso. E lui, disciplinatamente, si è subito tagliato la barba. Continua...

Notizia estesa
Torneo triangolare di Alessandria




Primo appuntamento dell'anno per i Milo'ld che rispondono numerosi all'appello. Ben 21 partecipanti con 4 esordienti e due indisponibili. Lorenzo Sada e Francesco Piergrossi, infatti, non hanno potuto giocare, ma non hanno fatto mancare il loro prezioso appoggio organizzando una tifoseria sparuta ma efficace.
Segnaliamo i graditi rientri di Michele Chiaramondia e di Daniele Spada, momentaneamente distratti da impegni professionali, e di Marco Pasquarelli, momentaneamente distratto da impegni riproduttivi.
Il campo di Alessandria si presenta privo d'erba e con una soffice consistenza fangosa, quindi in perfette condizioni rugbistiche. Anche gli spogliatoi erano consoni, con effluvi degni della migliore tradizione pavese, ma con un più marcato accento bohémien.
Il compito di stilare la formazione è stato affidato a Daniele Fulgenzi, reduce da una degenza ospedaliera nella quale gli è stato prescritto di perdere peso. E lui, disciplinatamente, si è subito tagliato la barba.
Il primo incontro è con la squadra di casa: i Barberans di Alessandria.
Riusciamo a mantenere un discreto ordine e nel complesso la prestazione è soddisfacente. Ottima difesa e diversi tentativi di scardinare la linea avversaria. Alla fine, nessuna scardina alcunché
e la partita termina 0 a 0.
Nell'incontro successivo affrontiamo i Cavalieri di San Giorgio di Genova. Una formazione molto esperta e molto ipertrofica che però non intimorisce i tenaci serpentelli. Spronati dal capitano Ugo Bianchi, cerchiamo di contenere le loro offensive, tuttavia riescono per due volte a sorprendere la nostra difesa e alla fine dobbiamo capitolare con onore. Finisce 2 a 0 per i Cavalieri.
Ottima, in entrambe le partite, la prestazione dei quattro esordienti. Donato Gualtieri, Ivan Fabiano, Andrea Rossin e Dimitri Domenichella hanno affrontato l'impegno con grande determinazione e coraggio. Speriamo di rivederli ancora.
Come considerazione finale, possiamo dire che abbiamo cercato di mettere a frutto i suggerimenti del coach Alberto Broli, ma c'è molto da migliorare nel controllo dell'ovale. Abbiamo perso molti palloni commettendo degli “in avanti” ed è una cosa che taglia le gambe a qualsiasi squadra.
Dobbiamo anche contenerci maggiormente nelle discussioni durante la partita. Non servono a nulla e deconcentrano.
Per il resto, solo note positive. Ottimo impegno da parte di tutti e tutti hanno lottato come leoni.



I partecipanti la spedizione:
Ciro Ciardullo
Marco Roveda
Daniele Fulgenzi (all. facente funzione)
Ugo Bianchi (capitano)
Fernando Misevich
Daniele Spada
Fabrizio Gavioli
Dimitri Domenichella
Mauro Piantanida
Cristian Riccardi
Ivan Fabiano
Andrea Rossin
Simone Brasolin
Maurizio Rosa
Paolo Fumagalli
Marco Pasquarelli
Pietro Trivi
Michele Chiaramondia
Donato Gualtieri
Lorenzo Sada
Francesco Piergrossi